.
Annunci online

 
leiperlei 
Trasparenze
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Milan On My Bike
MetalLau
EllaMoon
IfYouNeedIt
Ombra
Flyhigh
HeavenonEarth
Yogurtalimone
CherieApeRegina
  cerca

     Sono solo un gabbiano.

        E mi piace volare

           …e sarà volare

       per la gioia di volare!

 

         L’altra parte di me…

   affinitasonore.blogspot.it/ 

 


 

Diario | Frammenti di me | Schizzi e parole |
 
Schizzi e parole
1visite.

10 ottobre 2012

.

Io: “Ciao, volevo prendere un appuntamento per tagliare i capelli

Lei: “Lunghi o corti?”

Io: “Corti

Lei: “Aspetta, fammi guardare… va bene domani mattina alle 11?”

Io: “Ok, perfetto!”

Lei: “Nome?”

Io: “Sarah…”

Lei: “Aaah, ma sei quella ragazza con il batuffolo di cotone in testa!!??!!”  (RIDE!)

Io: ??? o_O

 

Che bello quando diventi un cliente fisso e ti riconoscono!

Colpa mia se ho una ricrescita pazzesca e a pochi giorni dal taglio mi esplodono in testa??




permalink | inviato da leiperlei il 10/10/2012 alle 4:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 agosto 2012

.

Domenica, la città è deserta.

Figuriamo il paese nel quale vivo.

E’ una bella giornata, che fare??

“Quasi quasi tiro fuori la bici e mi faccio un giroandata!

Mi vesto, scendo in garage, tiro fuori il bolide ed eccomi pronta sulla strada.

“Che silenzio!”  penso “Però, che bella dimensione!”

Col sorriso sulla faccia e la musica nelle orecchie, inizio la mia pedalata solitaria.

Giro un po’ qua, un po’ la, mi accorgo di stradine mai percorse e mi ci butto.

“Cavoli non c’è proprio n’anima!”  canticchio e continuo imperterrita.

In lontananza avvisto una figura umana, è un signore a passeggio col cane.

Gli passo vicino salutando con un sorriso, lui ricambia mentre il cane abbaia, continuo il mio percorso.

“A questo punto mi impossesso della strada” al centro della carreggiata, le braccia larghe, mi sento potente, E’ tutto mio!”

Aumento la velocità, zigzago qua e la, mi concedo qualche acrobazia (nei limiti delle mie possibilità) mi sento una grande!

Mi esalto!

Più veloce…

Mi esalto di più!

Una sensazione di onnipotenza mi scorre lungo la schiena e mi fa vibrare.

“Adoro le domeniche di agosto… andate tutti a rifugiarvi altrove, io intanto conquisto la città!!! Ihihiihiiii”  (quando mi esalto lo faccio bene…)

Raggiungo la pista ciclabileora rallento per godermi il paesaggio.

Osservo lo scorrere lento dell’acqua nel canale, la natura decisamente verde di questo tratto. Qualche uccellino che se la canta, una rana saltella a lato della pista.

“Che pace, che tranquillità… e oggi è tutto per me! Solo per me…!”

Fischietto guardando il sole, non trattengo il sorriso e……TUMP! STU-TUMP!!!

In un secondo il sole non c’è più, la natura è sparita e anche quella sensazione di benessere

Lui: “Si è fatta male???…ommioddio, mi scusi! Sta bene???”

Mi rendo conto di essere per terra, un gran mal di testa… …e la bici?

Lui: La prego mi risponda, chiamo il 118???’’

Il 118?? Mi risponda?? “…Ma che cosa è successo???” Riesco lentamente a dire.

Lui: Oddio è viva!  (Tiè!)

“E’ tutta colpa mia, le ho lanciato un sasso in testa!”

Io: O_O … ma come?? (sconcertata)

Lui: Ehm, vede… credevo di essere solo!

Vengo qui quasi tutti i giorni a passeggiare ed è sempre pieno di persone, di bambini.

Oggi mi sono trovato immerso in questo silenzio, solo con i miei pensieri… guardando l’acqua ho ripensato a quando da piccolo tiravo i sassi, cercavo di farli rimbalzare sulla superficie oppure sfidavo mio cugino a chi li tirava più lontano.

Ecco, mi sono esaltato! Sasso dopo sasso mi sono sentito onnipotente... 

…stavo per battere il mio record quando la sua testa mi è apparsa davanti!!!

Io: Ah(spero non pretenda le scuse per aver stroncato il suo primato…?!?!)

Lui: Probabilmente le verrà fuori un bernoccolo, vada a casa e si metta del ghiaccio! Per il resto mi pare sia tutto ok, vero?  (mi allunga la mano per aiutarmi)

Io: Già! (lo assecondo e mi alzo)

Recupero la bici, non presenta danni, io neanche, inizio a pedalare.

Lui: Arrivederci!  (mi sorride)

Io:  A presto! Ci conti!

Mi dirigo verso casa, la testa mi scoppia. Forse dovrei passare a farmi visitare ma non ho tempo! Devo studiare un PIANO!

“Non crederà mica che ci sia cascata, vero?? 

Lui e la sua FINTA gentilezza! Lui e i suoi FINTI sorrisi

Per un attimo ha sperato d’avermi seccata, così avrebbe avuto campo libero!”

Rifletto… …

“Domenica prossima LA CITTA’ SARA’ MIA!!! Costi quel che costi! 

Non ammetterò altri rivali!”

Rifletto… …

“Valà, magari inizio comprandomi un casco… la sicurezza prima di tutto!”




permalink | inviato da leiperlei il 15/8/2012 alle 0:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

31 luglio 2012

.

Scena: venerdì sera al banco bar, si avvicina uno dei clienti fissi.

Io: Ciao!

Cliente : Ciao…

Io: Allora cosa bevi? (sorridendo gentilmente)

Cliente: Mah, non saprei… vediamo… dai fai tu, quello che vuoi!(mmm, inizia male!)

Io: Ok, ma alcolicoanalcolico?? Lo preferisci dolce, secco??

Cliente: Si va bene! (O_O Va bene cosa???)

Io: Base vodka può andare??

Cliente: Boh! Ma si… anzi no preferisco il rhum!

Io: Ok allora…

Cliente: Però aspetta, di gin cosa hai?? No, però il gin… insomma è triste! (???) …tequila sale e limonesemplice e diretto… no però finisce subito! (mi appoggio al banco, sorrido… attendo!) mmmmmm dai aiutami!

Io: Ahahahah, siamo un po’ confusi oggi?? (tento di sdrammatizzare...)

Che ne dici di un buon mojito?? Fresco, s’intona alla stagione e dura a lungo

Cliente: Bello! Ci sta proprio!

Io: Ok andata!

Cliente: Aspetta, però nel mojito c’è la menta!

Io: Ehm, si! Direi che è essenziale

Cliente: Nooo, la menta non mi piace!

Io: Ok, la caipiroska ti piace? (respiro…)

Cliente: Uhmmmm, un po’ sterile

Io: Un mai tai??

Cliente: Troppo dolce

Io: Margarita??

Cliente: No, mi fa pensare alle vacanze scorse e divento triste… ( ti prego fa che non parta anche il momento terapia!!!) ne ho bevuti così tanti con Lei… (appunto!) ne andava matta, era così bella! Poi mi ha lasciato per quello … (devo intervenire… adesso o mai più…)

Io: Senti che ne dici di qualcosa di più allegro e colorato, un tequila sunrise??

Cliente: Divertente ma…

Io: Long Island?

Cliente: Bevuti troppi in vita mia! (si vede!)

Io: Ma se rimaniamo su qualcosa di semplice? Tipo un vodka tonic o il buon vecchio cuba che va sempre bene??

Cliente: Qualcosa di semplice sarebbe perfetto. Tanto è così giusto per bere qualcosa e fare due chiacchiere… (chiacchiere?? Io le chiamerei rompimento di co……. ok calma, respira e ricordati di essere professionale…!)

Io: Allora vada per il cuba??!! (sorriso vittorioso)

Cliente: Però forse è troppo scontato… mmmmm… ma tu di che cosa hai voglia?

Io: Mah, sinceramente non ho più voglia di niente! (sconfitta!)

Cliente: Ma lo sai che siamo in due? Ultimamente bevo troppo! Sai che ti dico? Dammi un bicchiere d’acqua dal rubinetto, anche perché stasera guido io. Tanto son sempre qua, i tuoi cocktail faccio sempre in tempo a berli!

Gli allungo un bicchiere d’acqua.

Se ne va!

Lo dico sempre, la soluzione è nelle cose semplici!!!

siamo chiusi!




permalink | inviato da leiperlei il 31/7/2012 alle 15:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

11 aprile 2006

.

Oggi frugavo tra i miei documenti e le cartacce.

Di sorpresa salta fuori un biglietto con un numero di telefono.

- ? -

Giro il foglio, un nome: Maria

- ? -

La mia curiosità mi spinge a prendere il telefono e fare quel numero.

“Pronto?”

“Si, pronto, ho trovato il tuo numero ma non so chi sei”

“Ah, e quindi?”

“E quindi chi sei?” (sempre molto gentilmente)

“Mi chiami tu e mi chiedi chi sono?” (giusta osservazione)

“Scusa, hai ragione, io sono Sarah, ho trovato il tuo numero ma non mi ricordo chi sei”

“Ma Sarah chi?” (la cosa si fa contorta e complicata)

“Ehm, Sarah Sarah! (con tono un po’ dubbioso ed incerto)

“Ma stai bene?”

“Io si, grazie! E tu?”

“Tutto bene”

“Bene!” (breve pausa di silenzio)

(riprende) “Beh, è stato un piacere, richiama quando vuoi!” (riattacca)

“???”

Rimango con la cornetta del telefono in mano e un punto di domanda sulla faccia.

 

10 minuti dopo…

Driiiin driiiin

Rispondo:

“Pronto?”

“Senti, sono ancora io (ma io chi???), forse ho capito chi sei, ci siamo conosciute al

corso di latino-americano, vero?”

“Veramente io non ballo, manco mi piace!”

“Ah, e allora perché venivi al corso??”

“Ma io non ci sono mai venuta al corso!”

“Cretina, pagavi e manco ci venivi?” (e mi becco anche l’insulto)

“Senti, ci deve essere un errore, io non ballo, non mi iscrivo a corsi che poi non

frequento… facciamo che prima ho sbagliato numero e chiudiamola qui”

“Guarda che non hai sbagliato il numero, è giusto, è il mio!”

Di botto mi sento cadere le braccia “possibile?” “mi sono proiettata su Scherzi a

Parte da sola?!”

“Ok, il numero è giusto ma forse la persona è quella sbagliata”

“No no, se è giusto il numero, sono giusta anch’io, visto che al mio numero

rispondo io!” (ci fa o ci è???)

“Senti è stato bello ma devo andare”

“Peccato, sei di fretta, avevo voglia di chiacchierare un po’… magari ti richiamo

domani!” (sento l’entusiasmo nella sua voce)

“Ehm, guarda, domani non posso”

“Allora dopodomani”

“Neanche!”

“E quando?”

“Appena mi viene la voglia di ballare ti chiamo io così si organizza”

“Perfetto, ci conto!”

 

Dopo qualche minuto riprendo i contatti con la realtà, prendo l’agenda e ricopio il numero

alla voce Ospedale Psichiatrico… nella vita non si sa mai, magari torna utile!




permalink | inviato da il 11/4/2006 alle 15:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa

6 aprile 2006

.

Oggi ho preso la mia chitarra, avevo un’oretta libera e volevo rilassarmi

La tiro fuori dalla custodia, prendo il canzoniere, dita in posizione e…

... tin … mi parte una cordaazz… mi becca la faccia, sanguino un pochino…

doppio azz… il sangue mi fa impressione, svengotriplo azz

… mi riprendo dopo un po’, stesa sul pavimento, una voce stridula che grida:

“Ma se vuoi riposarti non puoi andare a letto??? Qui mi dai fastidio, devo passare l’aspirapolvere!”

???

 

Dopo 15 minuti ero al mercatino dell’usato sotto casa a barattare la mia chitarra con una compilation di musica New Age… si dice abbia effetti rilassanti!!!!!!!!




permalink | inviato da il 6/4/2006 alle 2:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa

21 marzo 2006

.

Mi guardi e sorridi

penso “quanto mi ama!”

Mi osservi e il sorriso cresce sempre più… ridi!

penso “mi ama proprio tanto!”

Entro in ufficio, la mia collega si gira e ride

Il mio capo ride

L’autista del bus ride

Il panettiere ride

Ma ride anche il custode

Il vicino di casa

E la perpetua che incontro ogni giorno…

penso “che bella giornata positiva, oggi il mondo è felice!!!”

Torno a casa tutta contenta, contagiata da questa vena di allegria

Mi svesto, preparo il caffè

poi vado in bagno e guardandomi allo specchio mi si gela il sangue

  altro che amore e gioia!

Bastardi tutti quanti, ci vuole tanto a dire:

“Guarda che ti sei truccata un occhio solo!




permalink | inviato da il 21/3/2006 alle 0:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

2 marzo 2006

.

IO, TE E LA DEFILIPPI!

Sera, torno a casa dal lavoro:

 io “Ciao amore!”

lei “Ciao!”

io “Tutto bene? Com’è andata la giornata?”

lei “Bene! Tu?”

io “Bene, sono un po’ stanca, oggi…(m’interrompe…)

lei “Oggi Alessandro ha scelto!” (tutta contenta…)

io “Alessandro??? (mi pare fosse questo il nome) Ha scelto??? Ma…?

lei “Siii, quello di UOMINI E DONNE!”

io “Ah”

lei “ Praticamente… bla bla bla bla… e poi bla bla bla e ancora… bla bla bla 

15 minuti dopo…

io “Ho capito!...... Senti che vuoi per cena?”

lei “Aspetta, poi non ti ho detto… e riattacca… bla bla bla … …

io “SI, ma per cena?”

lei “Bla bla bla… … per cena vedi tu … … bla bla bla… …

io - penso - Ma quanto è durato sto programma??? E poi che me frega di questi???

lei “Bla bla bla… … così poi ha scelto!”

io “Ah, bene! (e penso… Dio grazie, ha finito, mò me caga!)

lei “E poi ad AMICI hanno fatto vedere… … bla bla bla… … …”

io – penso - Noooooo! Ma questo è un incubo!

lei “Perché vedi Raffaele… … bla bla … e non ti ho detto di Eleonora… bla bla bla

20 minuti dopo (nel frattempo abbiamo anche mangiato)

lei “Tu che ne pensi??)

io - panico! – negli ultimi minuti l’ascoltavo con le orecchie chiuse “Bhè, la penso proprio come te!” – sorrido!

lei – tutta soddisfatta -  “Ok… … … ora mi preparo e vado a fare la notte!

Io “… … … … … … … ah!”

 

Come mi piacciono queste serate di reciproca condivisione!




permalink | inviato da il 2/3/2006 alle 1:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

5 febbraio 2006

.

Quiz a tempo

Chi mi sa dire cos’è???

ahahaahaaaahahaaahahaaaaahahahaaa!!!

 

1)      esclamazione post mignolino sbattuto contro lo stipite della porta

2)    uno sfogo liberatorio

3)    il vicino che sta accoppando la suocera

4)    esercitazione canora

5)    sforzo da WC

6)    donna in travaglio

7)    altro

 

tic… tic… tic… tic… tic… tic… tic... tic... tic...

 

tempo venuto Ops, volevo dire tempo scaduto, la risposta esatta è:

 69) inquilina di sotto che tromba beatamente alla faccia di tutti i condomini!!!

… … … e da quel che sento tromba anche bene!!!   

 




permalink | inviato da il 5/2/2006 alle 1:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

28 ottobre 2005

.

 

Morte di un armadio invernale

 - “AZ! Ma hai infeltrito tutti i maglioni!”

- “Non l’ho fatto apposta! Mi sono dimenticata di regolare la temperatura… solo che prima avevo lavato il bianco

- “Vuol dire che hai lavato i maglioni a 90 gradi??”

- “!!!”

- “E con che cavolo vado in giro???”

 Oggi sono andata in ufficio con una camicetta dalle maniche a tre quarti, mezza trasparente tanto era leggera, un freddo porco e facevo anche la parte di quella calorosa!

Qui urge lo SHOPPING!!!      

                                    




permalink | inviato da il 28/10/2005 alle 2:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

24 ottobre 2005

.

 

- “BUONGIORNO AMORE!”

- “Uhhhhmmmm uhmmmmm buongiorno!”                       

- “Dai, alzati che è una splendida giornata!”

- “Uhhhm un attimo, ora arrivo

 Mi alzo, sbatto dappertutto, sono mezza rinco ma quel “Splendida Giornata” mi rincuora. Arrivo in bagno, apro le persiane … … … forse ho sbagliato finestra! Davanti a me solo nebbia, un freddo  siberiano e ancora nebbia!

 - “Che fai, mi prendi in giro?”

- “Perché?”

- “E tu questa me la chiami bella giornata?”

- “Ma non è splendida?? (tutta esaltata!) Pensa, manca solo il fuoco di un caminetto, il profumo delle castagne e tutto è perfetto! … e poi tra poco si fa l’albero di Natale!!!”

 Penso … “Tutto perfetto??? L’albero di Natale??? Forse mi sono persa qualcosa! Il tempo di carburare e mi riprendo… … …

 - “Ma io mi aspettavo il sole?”

- “Mavà, guarda che belle le goccioline di pioggia sulle piante!”

- “Uhh che bello! Quasi mi taglio le vene dalla felicità!”

 Continua … … …

Lei è tutta frizzante e piena di energie, salta di qua e di là come se avesse tirato di coca, queste giornate tipicamente invernali le mettono il buon umore. Io intanto mi prendo il prozac per contrastare la depressione … sono ancora in lutto, l’estate è finita e io la rivoglio … … … mi manca il sole!

                                                                    




permalink | inviato da il 24/10/2005 alle 2:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

18 ottobre 2005

.

LA GATTA E LA TOPA

 

Io ti chiamo e tu sei occupata

Tu mi chiami ma ormai sono al lavoro

Ti messaggio e tu pensi bene di dimenticarti il cellulare a casa

Mi messaggi e finisco il credito quindi niente risposta

Ti scrivo una mail ma il tuo pc ha il virus quindi è morto

Mi mandi un piccione viaggiatore ma, aimè, riapre la stagione della caccia (addio piccione!)

Arrivo a casa ti chiamo da telefono fisso a telefono fisso ma parte la segreteria

Trovi il mio numero, mi richiami ma sono in doccia e non ti sento

Pulita e profumata ci riprovo ...e riprovo …e riprovo

 … ma allora non scherzi quando dici che sei un po’ sorda?!?

 

Uffi! Che fatica rincorrersi!

Domani prendo la macchina!                 
                                                            




permalink | inviato da il 18/10/2005 alle 2:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

3 ottobre 2005

.

A volte mi sento FANTOZZI….

 

Sabato sera, finalmente torno a casa.

Lei mi aspetta tutta felice con la cenetta calda.

Si prospetta una bella seratina, tutta coccole e intimità (della serie: era ora, visto che con i turni sei sempre al lavoro!)

La cena è ottima, un bel caffè e mentre lei riordina le ultime cose io mi affretto a preparare l’ambient … il film giusto, la copertina è già sul divano, un paio di candele e… mannaggia a me… ho la brillante idea di accendere quella lucina sulla libreria …. Allora mi abbasso per attaccare la presa e quando torno su mi sorprende un dolore allucinante alla testa … AAAAAHIIIIIIIII AAAAHHHIIIIIAAAAAAAAAAAAAHHHHIIIIII!!!!!!!!
una craniata da guinness dei primati contro la sporgenza del pianoforte.

Rimango immobile per qualche secondo, intontita, incredula e con il terrore di vedere fiumi di sangue. Lei si precipita immediatamente e, vedendomi cambiare colore mi fa sdraiare. Beh, il risultato è stato che di sangue fortunatamente neanche l’ombra, in compenso un bel bernoccolo e una leggera confusione mentale che unita ad una tremenda nausea mi ha messo KO! Lei, che è infermiera, mi ha soccorsa prontamente, ricordo anche una torcia puntata negli occhi per controllare le pupille, ricordo anche la sveglia ogni 2 ore durante la notte per vedere se ero orientata. Nient’altro. Alla mattina un gran mal di testa che mi sono portata dietro per tutta la giornata.

Ora sono qua, sul divano, con la lucina accesa  e la coperta, ho appena visto un film e bevuto un caffè, peccato che abbia fatto tutto da sola, perché lei è in ospedale… a fare il turno di notte!

 

Giuro che la prossima volta non mi perdo nei preliminari e
lo faccio al buio!!!




permalink | inviato da il 3/10/2005 alle 4:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

17 settembre 2005

.

Storie di macchine…

Ma sarà mai possibile che sta macchina si guasta ogni due giorni??!?

Non la mia (ho uno dei trattorini della Fiat che durano una vita!) ma la sua!!!

Io: “L’avevo detto io che le macchine non si comprano al discount!!!”

Lei: “Ma è carina e costava poco!”

Io: “Magari c’era anche il 3x2!”

Lei: “Uffi!”

Io: “Uffi un cavolo! E’ un catorcio, è inaffidabile, che te ne fai di una macchina che non puoi usare???”

Lei: “Dai non litighiamo, torniamo a casa”

Io: “Ok, incamminiamoci …… la mia funziona …… ma ho dimenticato di fare benzina!!!”

Lei: “ Grrrrrrrr!!!!!”




permalink | inviato da il 17/9/2005 alle 13:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

10 maggio 2005

.

Domenica sono andata alla comunione della cuginetta!

Non spendo parole per commentare la cerimonia perché ancora mi devo riprendere.

Cmq la giornata nel complesso è andata bene … fino al momento delle tanto attese bomboniere!

Ora mi chiedo come sia possibile riempire delle graziose scatoline fioccate in rosa con degli oggetti così… così… TERRIFICANTI!!!

Secondo me la gente quando va a scegliere le bomboniere si fa di acidi … scaduti!!!

La cosa terrificante è che sei costretto a tenertele in casa perché quando ti  vengono a trovare si offendono se non vedono il loro insostituibile trofeo sulla tua mensolina.

Scena:

Zii: “Ora distribuiamo le bomboniere” (le aspettative di tutti si alzano)

Tutti: “Le bomboniere, le bomboniere”

Zii + Cug : “Questa è per te! Questa è per… …”

Tutti: “Grazie!!! Grazie!!!” (la voglia di aprire la scatolina è irrefrenabile)

Poi scarti velocemente e ti precipiti con la mano all’interno della scatoletta… e lì un gelo t’invade! Davanti ai tuoi occhi si para questo pupazzetto che a stento sorride che t’ implora di farlo uscire. D’istinto lo infileresti ancora più giù per toglierlo definitivamente dalla tua vista. Ma in quel preciso istante ti si avvicina tutta la famigliola in festa e ti fa la fatidica domanda: “TI PIACE???”

In quel momento hai due possibilità e una frazione di secondo per sceglierne una: 1) Fingi un cagotto fulminante, chiedi scusa e ti precipiti in bagno  2) Fai violenza agli angoli della tua bocca che ti sono arrivati alle ginocchia, li riporti in sede, respiri e con il tuo più bel sorriso da cerimonia reciti: “SI; TANTO!!!”

 

In conclusione ti ritrovi a pensare a quando farai le pulizie e per puro caso (cazzo!) ti sfuggirà di mano frantumandosi sul pavimento (sigh, sigh!).

Attenzione però a quelli che ne hanno una scorta a casa e ti dicono: “Non ti preoccupare (no figurati, sto solo tremando!), ne avevo prese in più, la prossima volta che vengo a trovarti te ne riporto una !!!” ---------- AZZ!!!

Ma io dico: “ Non ci si può accontentare dei confetti che sono così buoni e ti risollevano le calorie e l’umore???”

 

Vota il CONFETTO

Abolisci la BOMBONIERA!!!

 




permalink | inviato da il 10/5/2005 alle 13:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa

12 marzo 2005

.

                        SERATINA ...... ATIPICA!       

Caro Blog, con quel tuo faccino mi guardi e aspetti, ma anch’io ti guardo e aspetto. 

Pregni l’uno dell’altra attendiamo il divenire dei pensieri in parole, tutto questo è così … dolce!

Musica di sottofondo, le candele sono accese:

io -“Caro gradisci qualcosa?”

tu -“Solo te!”

io -“Stupidino, così m’imbarazzo”

tu -“Non devi, parlami!”

io -“E cosa vuoi che ti dica?”

tu -“Non m’importa, purché sia vero”

io -“La tua Homepage è irresistibile, con tutti quei Link colorati…”

tu -“… …”

io -“Mi hai conquistata con quella Toolbar così tenera e ingenua, tutta da coccolare…”

tu -“… …”

io -“Il tuo Stile è inconfondibile, anche se manchi di Rubriche … ma a me non importa, ti voglio così come sei!”

tu -“… …”

io –“Voglio perdermi tra i tuoi Post e…”

tu -“Ok ok! Se non hai niente da scrivere almeno non pigliarmi per il culo!”

io -“… ? …” “Permaloso!!!”

 

                  NOTTE NOTTE A TUTTI J    




permalink | inviato da il 12/3/2005 alle 4:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto